Lavori in corso


Centro Servizi Utenza – Piazza Ricci

Descrizione del progetto:

L’intervento coinvolge il primo e secondo piano della sede storica dell’ex Consorzio Agrario di Piazza Ricci a Imperia Porto Maurizio. Si tratta di un intervento di ristrutturazione edilizia di tipo funzionale che,  mediante un insieme mirato di opere, nel rispetto degli elementi tipologici, formali e strutturali dell’organismo edilizio esistente, permette di “trasformare” lo spazio interno, ai piani primo e secondo, in Centro Servizi per l’Utenza A.R.T.E. di Imperia. Ogni intervento proposto è pensato cercando il giusto equilibrio tra conservazione e ri-funzionalizzazione, con la convinzione che la ricerca di soluzioni conservative e attente al patrimonio storico siano fondamentali per il mantenimento di un’identità e abbiano ripercussioni positive anche sulla qualità del “prodotto” finito, perché caratterizzanti.


Descrizione dei lavori:

I lavori, iniziati ad aprile 2022 verranno ultimati a dicembre 2022. Per razionalizzare il più possibile la distribuzione interna, senza compromettere la percezione dello spazio, i servizi igienici sono ricavati, ai diversi piani, all’interno dei due ex corpi scala, lasciati liberi con l’intervento di ristrutturazione edilizia eseguito nel secondo decennio del XXI secolo.

Lo spazio è lasciato il più permeabile possibile: le partizioni, fisse e apribili, presenti esclusivamente al piano primo per “chiudere” gli unici ambienti che necessitano di privacy – stanze ricevimento pubblico e uffici direzionali –  sono realizzate con elementi leggeri in vetro temperato e struttura in carpenteria metallica: la luce diventa elemento principale del progetto e garantisce l’unitarietà dello spazio anche là dove è funzionalmente diviso.

I muri perimetrali sono finiti con contro-pareti in cartongesso necessarie per occultare il passaggio degli impianti: elettrico, idrico-sanitario e di climatizzazione; la scelta individuata permette di non intervenire sui muri originari, privilegiando un tipo di costruzione a secco e reversibile.

 Il pavimento, posato su massetto per alloggiamento impianti in calcestruzzo alleggerito, è finito con doghe in materiale vinilico antistatico LVT effetto legno, in dialogo formale con la struttura portante dei diversi impalcati ricostruiti nell’intervento di ristrutturazione edilizia eseguito nel secondo decennio del XXI secolo, con struttura mista in carpenteria metallica e legno.

L’intradosso del solaio di calpestio del piano secondo, così come il solaio di copertura, è, infatti, lasciato a vista.

L’illuminazione dei vari ambienti, al piano primo e secondo, avviene attraverso punti luce a sospensione fissati all’intradosso dei diversi solai: i corpi illuminanti, dal disegno minimalista e industriale, non incidono sulla percezione dello spazio, ne esaltano la tridimensionalità e contribuiscono alla lettura del “vuoto” originale.

Al piano secondo un sistema di illuminazione indiretta, orientata verso il soffitto ligneo, ritmato nella distribuzione dall’intervallarsi delle capriate, illumina l’intradosso del solaio di copertura e di riflesso lo spazio sottostante generando un effetto scenico suggestivo e accattivante.

Prese di corrente, interruttori, cavi e quadri elettrici, sono alloggiati all’interno delle contro-pareti in cartongesso e a pavimento, appositamente studiati come spazio tecnico di distribuzione dell’apparato impiantistico.

L’impianto di climatizzazione – riscaldamento e raffrescamento –  è realizzato mediante un sistema di ventilconvettori distribuiti nei diversi ambienti e collegati alle unità esterne mediante una rete impiantistica alloggiata a pavimento.

I diversi spazi sono serviti da un sistema di ricambio aria: la distribuzione avviene mediante canali circolari a vista collocati a soffitto; il disegno distributivo è studiato per garantire il massimo rendimento funzionale ed estetico.

Il sistema di ventilazione meccanica controllata (VMC), oltre a filtrare l’aria in entrata, permette di regolarne la portata, in modo da assicurare un ricambio controllato e sufficiente in ogni ambiente e in qualsiasi momento.

Le unità esterne collegate all’impianto di climatizzazione e necessarie alla produzione dell’acqua calda sanitaria sono alloggiate all’interno degli spazi tecnici esistenti realizzati sulla grande terrazza costruita a copertura dell’ampliamento edificato nel secondo decennio del XXI secolo.

Si avvisa che lo sportello IFL attivo il martedì dalle ore 14:30-17:30 verrà sospeso dal 15 luglio sino al 31 agosto

Questo si chiuderà in 20 secondi