Inaugurato il nuovo Csu: idee e cuore per un grande progetto

Si è svolta questa mattina in piazza Ricci 2 a Imperia l’inaugurazione del Centro Servizi all’Utenza di Arte Imperia, alla presenza del sindaco Claudio Scajola, dell’assessore regionale all’Urbanistica Marco Scajola, dell’amministratore unico di Arte Antonio Parolini e del presidente di Federcasa nazionale Riccardo Novacco. Il nuovo Centro servizi, nello storico palazzo ex-sede del Consorzio Agrario, è un progetto pilota in regione, volto a integrare in una stesso punto le strutture idonee a dare risposta a tutte le principali necessità ed esigenze delle famiglie assegnatarie di alloggi, utilizzando gli strumenti più avanzati ed efficaci.

 “L’apertura di questo Centro – ha subito evidenziato il sindaco di Imperia Claudio Scajola – è di grande importanza per la città, un moderno sportello polifunzionale dove gli inquilini possono confrontarsi rapidamente ed efficacemente con le loro urgenze trovando sempre risposte, aiuti e consulenza. Questa sede è anche un valore aggiunto importante per tutta la zona che gravita su piazza Ricci”.

 “Questo è davvero il Centro nato per gli utenti – ha sottolineato l’A.U. di Arte Imperia Antonio Parolini –  per stare al loro fianco e dare loro un supporto continuo. E’ un progetto altamente innovativo, che ha ricevuto anche il premio della SDA Bocconi e che pone Arte Imperia e la Regione all’avanguardia in Italia. E’ grazie alla Regione e all’assessorato all’Urbanistica di Marco Scajola se tutto questo è stato possibile, ad una visione volta al futuro, all’ingente finanziamento che ha voluto destinarci, all’impegno concreto e al supporto che non ci è mai venuto a mancare. E un profondo grazie lo devo anche a tutto il personale di Arte Imperia: questo Centro è frutto del lavoro e della passione di tutti e ci apre nuove e importanti prospettive”.

 “Come Regione Liguria – ha dichiarato l’assessore regionale all’Urbanistica Marco Scajola – ci siamo subito posti il problema di contrastare un concetto di edilizia ostile, che in passato ha creato degrado e autentici ghetti, case in cui non si può essere felici nè dare il proprio contributo alla collettività. Allora ci siamo detti: dobbiamo avere il coraggio di rompere questo muro, di cambiare approccio. Serve voglia di fare, determinazione e fondi, e noi abbiamo investito su tutti e tre questi fronti. Abbiamo creduto subito in questo progetto del Csu di Imperia: servivano un’idea vera, forte, e un po’ di cuore. E ci siamo impegnati a fondo per realizzare questa struttura che è un modello a livello nazionale”.

 Un grande, entusiastico apprezzamento è poi arrivato dal presidente di Federcasa Riccardo Novacco, in città con decine di delegati per l’assemblea nazionale di Federcasa che si svolgerà domani al Museo del mare.

“Quello che avete realizzato qui a Imperia con questo Csu – ha detto Novacco – è un progetto meraviglioso, e Federcasa è qui per sottolinearne l’importanza, che risponde ad una moderna visione di inclusione e che è sicuramente clonabile anche nelle altre realtà in tutta Italia. Siete stati davvero bravi come Arte Imperia, Regione Liguria e Comune di Imperia a portare a termine e dare concretezza a questa grande idea”.

 Alla parte ufficiale ha fatto seguito la benedizione all’intera struttura impartita da monsignor Luigi Fabbris e il taglio del nastro inaugurale effettuato dalla piccola Greta, 6 anni, figlia di una famiglia assegnataria di un alloggio di Arte Imperia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Si avvisa che lo sportello IFL attivo il martedì dalle ore 14:30-17:30 verrà sospeso dal 15 luglio sino al 31 agosto

Questo si chiuderà in 20 secondi